Il ripostiglio

Il ripostiglio

un mondo in pochi centimetri quadrati

Quanto vale un ripostiglio? E' una stanza senza aperture, senza luce né aria, piena zeppa di roba, potremmo farne a meno? La risposa a mio avviso è: ASSOLUTAMENTE NO!Al contrario il mio consiglio è uno: se state progettando un interno, abbondate con i ripostigli.


La parola ripostiglio viene dal latino "repòstius", participio passato di reponere, ovvero riporre, mettere da parte. Io aggiungerei nascondere e ordinare!


Qui riponiamo proprio tutto, e quanto più è organizzato il ripostiglio, tanto più sarà in ordine la casa, soprattutto per chi ha poco tempo e/o voglia di sistemare.


Facendo una breve lista di oggetti comunemente qui alloggiati abbiamo: scopa, paletta, aspirapolvere, prodotti per la pulizia, valigie, asse e ferro da stiro, stendipanni, biancheria da stirare, cassetta degli attrezzi, albero di natale, addobbi natalizi, presepe, vecchie cianfrusaglie, ecc, ecc, ecc. A seconda della dimensione della casa questo può diventare lavanderia, scarpiera, guardaroba per cambio di stagione, insomma....ad ognuno il suo ripostiglio!


Ciò ovviamente vale anche, anzi soprattutto, per gli uffici, le attività commerciali e per gli esterni, ad esempio giardini.


Ecco allora qualche consiglio utile in fase di progettazione:

-  anzi tutto in casa possiamo avere tanti piccoli ripostigli, ognuno con una funzione

-  individuiamo le parti più buie della casa, dove non ci sono aperture per ospitarlo

-  non sottovalutiamo il tipo di porta da utilizzare: se il ripostiglio è piccolo, evitiamo una porta grande a battente ma una a libro o a scomparsa

-  posizioniamo la porta lasciando uno spazio adeguato ai lati di questa affinché le scaffalature entrino a misura

-  non dimentichiamo le prese della corrente o addirittura qualche punto luce a seconda degli elettrodomestici che vi alloggeremo e delle attività che svolgeremo

-  se l'ambiente è umido, progettiamo una feritoia per il passaggio dell'aria e/o un aspiratore

-  nel progettare tutti gli spazi, cerchiamo di creare un doppio fondo o qualche piccolo nascondiglio dove riporre qualcosa....potrebbe essere più sicuro della cassaforte!

-  ad ogni cosa il proprio spazio: non mettiamo una cosa davanti all'altra, la pigrizia di risistemare prenderà il sopravvento e subito sarà tutto sotto sopra

-  rendiamolo facile da pulire, lasciando il pavimento libero da ingombri


Facciamo qualche esempio!


RIPOSTIGLIO/LAVANDERIA

Non serve una stanza intera per fare una lavanderia. Se consideriamo che una lavatrice in media è grande 60cm x 60cm (ma in commercio ce ne sono di svariate  dimensioni) ed un lavatoio 50 cm di profondità x 60cm di larghezza, ci basteranno 160 cm di larghezza x 80 cm di profondità, in modo da lasciare lo spazio alla lavatrice di "sbattersi" liberamente durante la centrifuga ed al lavatoio per muoversi liberamente. In sostanza stiamo parlando di un armadio a muro. Sopra poi possiamo realizzare una parete con scaffali per detergenti e magari qualche conserva del bagno (carta igienica, bagnoschiuma, sapone, ecc), nonché un pò di biancheria di troppo (accappatoi, asciugamani per il mare, ecc).

Magari con qualche cm in più di larghezza ricaviamo lo spazio per asse, ferro da stiro, bacinelle e biancheria pulita e per i più tecnologici anche per una asciugatrice.

Insomma.....manca solo chi lava e stira!


RIPOSTIGLIO/MEZZANINO

Nei piccoli disimpegni  o corridoi, oppure nell'imbotto di una stanza sopra la porta si può realizzare un mezzanino con l'apertura nel punto meno evidente. In questo modo si ricava una capiente zona dove riporre le cose meno utilizzate quotidianamente, ad esempio le valigie, l'attrezzatura per la neve o per il mare e così via.


RIPOSTIGLIO/PEDANA

Se avete una pedana, con una piccola spesa simultaneamente alla realizzazione della pedana, si possono costruire dei cassettoni-contenitori. In questo modo il gioco di livelli realizzato nell'ambiente avrà una doppia funzione.


RIPOSTIGLIO/SOPPALCO/MANSARDA

Per tutti gli ambienti che godono di una buona altezza interna la collocazione ideale è un piccolo soppalco. Questo è consigliabile in particolar modo nelle piccole stanze. In questo modo con una operazione si risolvono due problemi: la collocazione del ripostiglio e la riduzione dell'altezza in un ambiente piccolo che in quanto proporzione sbagliata, provoca senso di smarrimento.


RIPOSTIGLIO/ARMADIO

Qualunque angolino in casa va bene per fare un armadio a muro! E un armadio è un ripostiglio perfetto, soprattutto se riusciamo a crearlo con una profondità di 120cm, perché? Perché così il falegname potrà posizionare due aste appendi abiti: quella di dietro sarà perfetta per il cambio di stagione!


RIPOSTIGLIO/ CAPPOTTIERA

All'ingresso troviamo il primo punto dove "riporre" è un gesto fondamentale, in più se siamo disordinati proprio da qui, il resto della casa presumibilmente sarà un disastro!

Un piccolo armadio a muro ci consente di alloggiare cappotti, cappelli, caschi, borse, finanche contatori, centraline e impianti vari, lasciando un ingresso libero dalla confusione.



Insomma, in qualunque ambiente, che sia casa, negozio o ufficio, pensate prima ai ripostigli e poi al resto, perché in pochi metri quadri ricavati senza togliere spazio a nulla conquisterete il segreto dell'ordine a sforzo zero!!!


Architetto Daniela Puglia

Ordine Architetti di Napoli n. 10377
P.IVA 07914491217
Via Lepanto 111, 80125 Napoli
+39 081 854 52 72
+39 329 61 28 591
archdanielapuglia@gmail.com
danielapuglia@archiworldpec.it

Contattami per un preventivo

© 2018 - Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti
Privacy Policy - Cookies Policy
Sito protetto da reCAPTCHA: Privacy - Termini
Sito web by: Sokan Communication